in

SEMINARE LA CULTURA DEL VIAGGIO PER MIGLIORARE LA QUOTIDIANITÀ

Uno degli obiettivi di questo blog è ovviamente promuovere la cultura del viaggio, un obiettivo che in vista di questa nuova e straordinaria (in senso di “anomala”) estate diventa ancora più importante.

Viaggiare è un’azione che porta moltissimi benefici anche nella quotidianità, una volta che purtroppo dobbiamo rientrare a casa e al lavoro: anche un semplice weekend di stacco ci fa infatti tornare alle nostre attività ricaricati nelle energie e con un livello di stress nettamente abbassato.

Quando siamo in vacanza siamo anche capaci di diventare creativi e di rompere i nostri schematismi mentali: si abbandonano le sveglie, il pranzare a un orario preciso anziché quando si ha realmente fame, si beve un caffè per il piacere di gustarlo e non semplicemente per ricaricare le energie.

Chi ha giornate rigidamente organizzate impara a convivere con gli imprevisti, a sviluppare un problem solving positivo: sarà capitato a tutti di aver programmato un’uscita o un’escursione e di aver trovato intoppi per cui tutti i piani sono saltati e ci si è dovuti reinventare durante la giornata. Dal maltempo a scioperi improvvisi, fino a qualche bicchiere di troppo la sera prima della gita che ci ha impedito di sentire la sveglia.

Insomma, si diventa più creativi e ci si trasforma anche a livello caratteriale: spesso chi veste in maniera formale e impeccabile si concede in vacanza abiti casual, o al contrario chi è più sbarazzino durante l’anno sfoggia look più mondani per il ristorante di turno.

C’è poi la parola magica “cultura” del viaggio, attorno alla quale ruotano molte riflessioni.

Nessuno dubita del fatto che allargare le proprie conoscenze aumenti la nostra cultura! Continua a leggere cliccando sul pulsante in basso >

Scritto da Mattia Gelosa

DURABILITA’ E STILE SENZA TEMPO: TREND IMPERANTI PER I CONSUMATORI ITALIANI

DIGITALIZZARE IL SETTORE ALBERGHIERO IN SICUREZZA SENZA PERDERE IL LATO UMANO