in

PERCHÈ LE NOSTRE TV DOVREBBERO AUMENTARE LA QUALITÀ DEI PALINSESTI SOPRATTUTTO IN TEMPI DI CRISI

Qualità dei palinsesti
Qualità dei palinsesti

«Cattiva maestra televisione» aveva scritto Karl Popper in un suo saggio nel 1994. Un monito sul quale forse ancora oggi molti sarebbero d’accordo. La televisione – insieme alla radio – è la nostra compagna domestica più fedele. Pensiamo banalmente al suo semplice sottofondo, che scandisce le nostre giornate, regalandoci quella piacevole sensazione di non sentirci mai soli. Specialmente in questi tempi di crisi, quando una pandemia ci ha barricato in casa per oltre due mesi. I dati parlano da soli: secondo un’analisi condotta dallo Studio Frasi, considerando il periodo che si estende dal 9 marzo – data di inizio del lockdown per molti italiani – alla seconda settimana di maggio, i telespettatori sono cresciuti in modo esponenziale, fino a raggiungere una media di 15 milioni. Un’esplosione di ascolti.

Non c’è da stupirsi se il record di share lo abbiano detenuto i telegiornali e, in generale, i programmi d’informazione: durante un’emergenza gli italiani vogliono sapere quello che accade e, come una volta, ripongono fiducia nella televisione. Una tendenza in crescita anche tra i giovani, come conferma un’indagine della piattaforma UniversityBox e del Centro Studi Diagramma, che ha interpellato oltre mille studenti universitari, tra generazione Z (fino ai 23 anni) e Millennials (tra i 24 e i 37 anni). Il 63% degli intervistati si dichiara preoccupato della situazione e ben l’88% torna davanti alla «scatola magica» per seguire il telegiornale. Ma la televisione è ancora in grado di rispondere alle nostre esigenze?

Matteo Allievi

Scritto da Matteo Allievi

Amante della comunicazione in tutte le sue forme, tanto che ho finito per studiarla all'Università Statale di Milano. I media, l'arte, le lingue e i viaggi sono la mia passione. Credo nell'immenso potere della sinergia tra cultura e informazione e, con un piede in Italia e un altro in giro per il mondo, attraverso Idressitalian mi piacerebbe raccontare le bellezze del mio paese e le sue storie a chiunque abbia voglia di esplorarle. Partiamo?

BRAND ITALIANI AI TEMPI DELLA PANDEMIA: TOPS E FLOPS