in

CULTURA: Fake news, come smascherarle?

Fake news

Dal latte che proteggerebbe dal virus, ai presunti benefici dell’acqua e bicarbonato, passando per l’azione preventiva del peperoncino. Queste sono solo alcune delle bufale sul Coronavirus smentite nelle scorse settimane.  Secondo un report pubblicato da Newsguard, agenzia statunitense che si occupa di valutare l’affidabilità dei siti di informazione, 9 delle 10 pagine Facebook segnalate come «superdiffusori» di fake news sul Coronavirus in Italia non sono più attive.

In realtà, già da prima dell’arrivo del COVID-19 la diffusione di notizie false era un tema di scottante attualità. Il motivo? La loro notevole quanto pericolosa capacità di influenzare l’opinione pubblica. Le fake news si diffondono in modi diversi: titoli ad effetto, immagini che catturano l’attenzione o con le famose catene di Sant’Antonio su Whatsapp. Riconoscerle e smascherarle diventa un’impresa difficile quanto necessaria, specialmente in momenti come questo, quando il flusso di notizie è spesso incontrollabile. Ecco dunque una serie di accorgimenti per distinguere potenziali bufale sul web dall’informazione seria, autorevole e affidabile. Continua a leggere cliccando il pulsante in basso >

Matteo Allievi

Scritto da Matteo Allievi

Amante della comunicazione in tutte le sue forme, tanto che ho finito per studiarla all'Università Statale di Milano. I media, l'arte, le lingue e i viaggi sono la mia passione. Credo nell'immenso potere della sinergia tra cultura e informazione e, con un piede in Italia e un altro in giro per il mondo, attraverso Idressitalian mi piacerebbe raccontare le bellezze del mio paese e le sue storie a chiunque abbia voglia di esplorarle. Partiamo?

REINVENTARE LA MODA ITALIANA PERCHÉ RITORNI A DETTARE LO STILE E NON A SEGUIRLO

Nuove forme d'arte

Le nuove forme d’arte che spopolano sui social e che sono a portata di click