in

Cosa vedere alla Scala di Milano nel 2020: gli eventi chiave

IL TROVATORE

Cosa vedere alla Scala di Milano – Giuseppe Verdi e il suo “Trovatore”

Fino al 29 febbraio avete tempo per godere de “Il trovatore” di Verdi nell’allestimento di Alvis Hermanis, che recupera la sua regia del 2014 di Salisburgo, quando ambientò per la prima volta il dramma italiano in una pinacoteca. Con Uta Gruber-Ballehr apporta qualche migliorìa alle scene, ma non modifica l’ambientazione e lo scenario dal grande impatto cromatico e visivo del 2014: su pareti rosse campeggiano tele in stile rinascimentale e fiammingo con soggetti umani, quasi spettatori anch’essi di ciò che accade sul palco.

Duelli e amore sono al centro della trama, mentre a livello musicale il momento più atteso è la celebre cabaletta “Di quella pira”, dall’aria di Manrico nell’atto III.

MADINA

Cosa vedere alla Scala di Milano – L’ etoile Roberto Bolle

Se il titolo non vi dice nulla, avete ragione: si tratta infatti di uno spettacolo che debutta a marzo e che è la nuova produzione del teatro. Danza, canto e teatro si mescolano per raccontare l’emozionante storia di Madina, una ragazza kamikaze che alla fine decide di non compiere l’atroce gesto a cui era stata destinata.

Una storia forte e attuale che dovete assolutamente vedere, soprattutto perché a danzare è un certo Roberto Bolle!

Scopri altri appuntamenti cliccando il pulsante in basso >

Scritto da Mattia Gelosa

Cosa fare a Firenze: quartieri caratteristici, musei, ristoranti e club

Migliori hotel a Venezia: i migliori soggiorni per esperienze senza tempo