in ,

Parchi di Firenze – Ad ogni personalità il suo giardino

PARCO D’ARTE PAZZAGLI

Parchi di Firenze
Parchi di Firenze – Photo credits: www.worldmapz.com

Siete appassionati di arte? Studiate all’Academia delle Belle Arti? Questo è il parco per voi: lo si raggiunge da via Sant’Andrea da Rovezzano, uscendo da Firenze in direzione Pontassieve. Presa in gestione l’area (quasi 24mila mq) nel 2001, l’artista Enzo Pazzagli ne ha fatto un giardino d’arte, dove sono esposte le sue sculture. Pazzagli ha inoltre fatto piantare 300 cipressi disposti in modo tale che, visti da sopra, compongano un volto sorridente. L’artista è anche custode del giardino, per cui avrete occasione di incontrarlo e discutere con lui di pittura, scultura ed ogni altra forma di espressione artistica. Continua a leggere cliccando il pulsante in basso > 

Scritto da Beatrice Toniolo

Nascere a Firenze è un privilegio concesso a pochi fortunati e io sono tra questi. Porto il nome della musa di Dante. Cresciuta nella città più bella del mondo, ho un religioso rispetto e insieme bisogno fisico di silenzio e quiete, necessari per contemplare la bellezza assoluta di duemila anni di storia. Ho un animo punk e un'ossessione per l'ora del tè. Contraddizioni? Forse. Non amo la confusione, eppure ho studiare Lingue per poter comunicare il più possibile, senza filtri, con tutti i popoli del mondo, nella ferma convinzione che conoscendoci possiamo solo arricchirci e migliorare. Quindi incontriamoci in Piazza Signoria, ma quando lo dico io e se mi va. Non suona contraddittorio?
Le estati trascorse sulla Costa dei Gelsomini, in Calabria, mi hanno fatta innamorare del mare e della Storia, di cui il Sud è superbamente ricco. Adoro leggere, compro libri complulsivamente, sono il regalo che preferisco ricevere. Ossessionata dal fitness, non disturbatemi mentre sono in palestra. Ancora contraddizioni. Sono una contraddizione vivente mascherata da personcina seria.

I 5 borghi più belli della Sardegna

I borghi più belli della Sardegna – TOP 5

I 5 luoghi più romantici di Palermo da vivere almeno una volta nella vita